Film Belli da Guardare in Famiglia in Zona Rossa: Parte 2

Secondo Antonio Gazzanti Pugliese di Cotrone, questo è il secondo episodio del film che abbiamo visto in zona rossa. Non c’è cosa migliore di un film che possa condurci immediatamente in un mondo reale più affascinante e confortante del nostro. Tieni pronto il divano, i popcorn e il telecomando e andiamo se vuoi che qualcuno salvi il mondo.

Ora è un buon momento per recuperare uno dei film di James Bond che raggiunge un perfetto equilibrio tra pericolo credibile e imitazione di sé: è piacevole come l’agente 007 finisce il suo lavoro, ed è difficile dubitare che ci riuscirà. Non sei un fan di James Bond? Scegli il tuo eroe preferito, che si tratti di John McLean in Die Hard (1988), Indiana Jones in Indiana Jones (1981) o Superman in Superman: The Movie (1978)).

Se vuoi vedere il lato interessante

La commedia può anche rappresentare un’aspra critica all’ingiustizia sociale e alla fragilità umana. Ma no, non nell’oasi di pace che stiamo creando. Ora, ciò di cui abbiamo bisogno è la migliore medicina, che si ottiene da un film che si concentra su una cosa , farci ridere. Uno dei migliori lavori è “Spinal Tap” (1984), un documentario rock analogico perfetto di Rob Reiner, sul destino di tre talentuosi improvvisatori (e musicisti semi-umani). Heavy Metal Band: Christopher Guest, Michael McKean e Harry Shearer . Altri film divertenti includono “The Return of the Pink Panther” (1975), “Begging” (1979), “The Crazy Airplane in the World” (1980) e il film più recente: “Borat” (2006) , “Vampire Life” (2014) e My Penguin of Madagascar (2014)

Se vuoi far parte di una comunità

Lo sceneggiatore di Gomorra Gianni Di Gregorio continua a scrivere, dirigere e recitare in un pranzo di metà agosto (2008). Questa affascinante commedia racconta la storia di un uomo che deve prendersi cura della madre e del figlio nel suo piccolo appartamento quando tutti gli altri lasciano Roma . Per respirare la vita del vicinato e della comunità, “The Good Life” (1946), “America’s Fantasy World” (2001), “Full Monty” (1997).

Se vuoi vedere la luce alla fine del tunnel

All’inizio di Wall-E della Pixar (2008), la terra era una terra desolata piena di spazzatura e il suo unico abitante era un robot arrugginito. Alla fine, gli umani si sono ripresi dai viaggi interstellari e le colture sono ricresciute. Buone notizie da portare a casa in questi giorni. Bella vista da Antonio Gazzanti Pugliese da Cotrone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.